Think Pragmatic!

Rubber ducking about stuff.

Due o tre cose che ho imparato della Fotografia

Scritto il 15/07/2013 da Alessandro Martin.    

A casa mia si facevano poche foto. Tutte le foto di famiglia occupano poco più di un sacchetto di carta di quelli del pane. Fare le foto costava perché poi bisognava farle sviluppare e stampare ed ogni foto brutta, mossa o sfocata erano soldi buttati. Forse per questo motivo ho incominciato ad interessarmi di fotografia in ritardo e male. Quando tutto il mondo si entusiamava per il digitale io cominciavo a chiudermi in una stanza in cantina pasticciando con gli acidi per lo sviluppo e un ingranditore di produzione sovietica che a guardarlo bene ricordava lo Sputnik.

Standing in the snow by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Standing in the snow

Da allora è passato più tempo di quanto vorrei ammettere. Ho avuto una lunga pausa in cui sono fuggito dalle complicazioni dell’analogico e più in generale dal pretendere qualcosa di più da quello che saltava fuori dall’obiettivo. Alla fine però mi sono arreso all’acquisto di di una relex digitale ed a ricominciare tutto da capo.

In tutti questi anni a rovinar negativi e pixel ho imparato alcune cose:

  • Si impara tanto della fotografia guardando le foto degli altri e cercando, in qualche modo, di riprodurle. Scattare solo quando si pensa di avere di fronte una inquadratura davvero originale significa non scattare mai.
  • Bisogna scattare generosamente e poi selezionare senza pietà, nella fotografia c’è anche una componente di fortuna fare tanti scatti aumenta le probabilità di azzeccare il momento giusto. Non tutti siamo Cartier Bresson e pure lui non azzeccava sempre al primo colpo.

Last Step by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Last Step

  • In un mondo in cui le fotocamere sono sempre più intelligenti e fanno quasi tutto sa sole l’inquadratura è la cosa che merita tutta l’attenzione possibile. Una inquadratura armoniosa ed equilibrata valorizza anche una sedia vuota.

Chairs by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Chairs

  • La fotografia e manipolazione della realtà, sempre. Mi fanno sorridere quelli che: “No, a me non piace il fotoritocco, voglio fare delle foto più naturali”. La camera oscura come il computer sono parte integrante del processo fotografico che inizia quando il fotografo decide dove puntare la macchina e finisce quando la foto sta davanti agli occhi del pubblico (fossero anche le foto del mare, poco importa).
  • Quando una foto fa schifo non c’è Photoshop che tenga.
  • Il modo più facile per fare delle bellissime foto è andare in dei posti bellissimi. Chi non è così fortunato da poter andare in dei posti bellissimi, dovrà imparare a guardasi attorno meglio e a scoprire il bello e l’interessante che stanno nell’ordinario.

Legs by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Legs

  • Per anni ho cercato di tenere le persone fuori dalle foto, solo per finire per accorgermi che le persone sono spesso l’elemento che rende una foto degna di essere scattata.

Kiss by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Kiss

  • Alla fine poi ho capito che per me fotografare è solo una buona scusa per non stare davanti all’obiettivo.

Screaming beans by Alessandro Martin (alemartin)) on 500px.com
Screaming beans

  • …e che qualche volta bisogna togliersi la macchina da davanti la faccia e godersi semplicemente il momento.
Fotografia